Aria Corte, i sapori antichi a Marittima

Ci siamo trovati in questo locale dopo l’invito di alcuni amici, che ci hanno portato qui a posta per farci assaggiare i prodotti della loro cucina.

E “Aria Corte” a Marittima è stata una conferma, dopo le parole entusiastiche dei nostri amici, dagli antipasti fino al dolce. Essendoci andati in un giorno di festa, l’esperto chef Virgilio ci ha consigliato il menu della casa, formato da diversi antipasti, un primo, un secondo e un dolce, il tutto innaffiato di ottimo vino rosato, non prima di un piatto di pittule di benvenuto. Gli antipasti mostravano un buon connubio tra tradizione e scelte più innovative, quasi tutti vegetariani o a base di pesce, data anche la vicinanza con il mare e la scelta del ristorante di andare ogni mattina ad acquistare pesce fresco direttamente in loco.

Piacevolissimo al palato il primo, dei tortelloni al tarassaco e ricotta di bufala, delicato ma con un retrogusto pieno e appagante. Il secondo ci ha all’inizio spiazzato: maialino da latte al forno con patate, dopo un pranzo intero a base di pesce. Il primo assaggio e la cottura, spiegataci gentilmente dal cuoco, ha fornito la risposta: il maialino viene messo in un forno a legna appena spento, dopo un fuoco vivo, per sei ore, a cui segue una settima ora con poca legna, per rendere croccante la pelle. Risultato? Nonostante le spezie e il tipo di carne, la sensazione al palato ha continuato a essere delicata.
Il dolce, una panna cotta con fragoline, è stata la giusta chiusura, e il conto più che giusto.

Paolo Merenda

Seguici sui social: