Castagne: per tutte le stagioni

Oggi parliamo di castagne. Perché no? Solo perché è primavera e le castagne sono solo un frutto autunnale? Bando ai pregiudizi, sono l’ultima cosa che occorre in cucina

La primavera è ormai arrivata, anche se si dice che non ci siano più le mezze stagioni. Questo clima pazzo fa pensare di tanto in tanto all’autunno, tuttavia c’è dell’altro. Esiste oggi un frutto che va bene per tutte le stagioni dell’anno? Sicuramente le serre aiutano quotidianamente ad avere sulle nostre tavole frutta o verdura che solitamente non sarebbero disponibili in determinati periodi, e le importazioni fanno il resto. Ma cosa accade per quei frutti che non c’è bisogno di importare e che invece l’Italia esporta e che non possono essere coltivati in serra come le castagne?

La risposta è abbastanza semplice: le castagne sono disponibili in altre forme: dalla farina di castagne alle castagne sotto spirito, dalle castagne secche a quelle fresche in barattolo. Questa grande e vasta disponibilità fa sì che questo frutto possa essere fruito quando più lo si desidera: certo, non ci si può aspettare le castagne fresche a giugno, ma l’offerta alternativa è anche tanta.

Inoltre, bisogna ricordarsi che è in queste forme che è meglio utilizzare le castagne in cucina, nei dolci, ma anche nei piatti salati. E soprattutto bisogna ricordare che la farina di castagne non è troppo amata dagli chef, perché rappresenta un ingrediente non esattamente all’altezza di determinati piatti tipici: così, nell’utilizzo, si deve mescolare la farina di castagne con farina di altro tipo, ogni ricetta ha quella consigliata.

Per il resto: rompete i pregiudizi in cucina, non fanno bene a nessuno. Se amate le castagne, non privatevene perché durante la bella stagione tendete a dimenticarvene, o l’effetto sarà che quando arriverà l’autunno, ne farete immense scorpacciate, e la bilancia che avete in casa non sarà affatto contenta.

Seguici sui social: