Ottima pizza e grande cortesia, tutto ciò da Liccardo Pizzeria

A volte, ci ritroviamo casualmente in un locale, mentre siamo in cerca d’altro o semplicemente in giro senza programmi precisi. È stato così anche per Liccardo Pizzeria, dato che si trova in una strada non centrale di Parete (al suo posto, la precedente gestione porta ancora i segni del nome, Il Vicoletto).

Come spesso accade, i locali più nascosti conservano le perle preziose del territorio. All’interno, di un bianco accogliente e che rende spaziosa la sala, si viene accolti dal personale, davvero gentile e disponibile, in grado di mettere il cliente a proprio agio. Una volta seduti e con il menu da sfogliare, abbiamo difatti scelto un antipasto tipico per prepararci alla pizza: dei fritti, con zeppoline, un crocché di dimensioni notevoli, una frittata di maccheroni anch’essa non piccola e un arancino. Da citare la qualità della frittura, asciutta e leggera, il cui sapore risulta ancora migliore accompagnandolo a un sorso di birra bionda.

Una volta arrivati alle pizze, non è mancata la classica margherita (che, come ormai saprete, è un indicatore per valutare la bravura del pizzaiolo, oltre a essere una ricetta squisita), ma abbiamo assaggiato anche la rocket, con salsiccia, gorgonzola, rucola e aceto balsamico. Visivamente, la rucola innaffiata con del profumato aceto balsamico copre gli altri ingredienti, ma il sapore nell’insieme è stato ben studiato e raggiunge l’obiettivo di soddisfare gli avventori.

Abbiamo chiuso la cena con un “calzoncino alla nutella”, che nel nome trae piacevolmente in inganno: uno solo basta abbondantemente per due, è di fatto un calzone molto grande pieno di nutella. Il conto, dopo il meloncello che in queste zone è diffusissimo, si è dimostrato più che giusto, tanto che ci saremmo aspettati di pagare qualcosina in più. Da riprovare perché ci sono molte altre pizze interessanti.

Paolo Merenda

Seguici sui social: